Il Grotto

164472_128883513960658_1842194983_n

Sapientemente rinnovato negli anni ’70, il Grotto mantiene la tipicità dei grotti verzaschesi di un tempo, inizialmente concepiti come cantine ricavate da GROTTE (da qui il nome) destinate a conservare cibi, vini e formaggi.
Lo spiraglio naturale (sòrel) permetteva alle correnti di aria fresca di entrare e mantenere la temperatura tra i 4° e gli 8°.
Ancora oggi il Grotto Sassello vanta una tipica cantina utilizzata per la conservazione e la stagionatura di “preziosi” formaggi del posto.
La pietra e il legno impiegati come materie prime fanno di questo luogo un’apprezzata meta per i ticinesi e i molti turisti che nelle serate estive godono della fresca brezza che la nostra terrazza offre.
Il silenzio ormai inusuale dei tempi moderni dona al Grotto Sassello un fascino senza pari.
Gli occhi e il cuore sono coccolati dal tepore della stufa in pietra all’interno, dove nelle serate di fine e inizio stagione è possibile allietare il palato con i piatti semplici e genuini della tradizione.

Circondato dalle Alpi ticinesi e dal Verbano (Alpi Lepontine) in un ambiente incontaminato, tra pascoli verdi, rocce levigate dal vento e dalle acque smeraldine dove la natura è la vera protagonista.