Attività sportive

val-verzasca-jumpingLa Valle Verzasca è visitata ogni anno da circa 300.000 turisti di diverse nazionalità, la maggior parte dei quali provenienti dallo stesso Canton Ticino e dagli altri Cantoni svizzeri.
Numerosissimi sono comunque i turisti italiani, tedeschi e non solo, tutti accomunati dall’interesse per la natura, i paesaggi incantevoli e le attività da praticare all’aria aperta.

Quali attività propone la Valle Verzasca?

La Valle Verzasca offre ai suoi visitatori un numero elevato di attività nelle quali cimentarsi, dalle passeggiate lungo alcuni dei sentieri più famosi del Ticino (tra cui il “Sentierone”), alle pedalate in mountain bike, dalle immersioni subacquee, ai salti con il bunjee jumping.

Bunjee Jumping:
La Valle Verzasca offre agli amanti degli sport estremi la possibilità di un lancio dalla diga più alta d’Europa (e una delle più alte del mondo) con il bunjee jumping!

La Valle ospita infatti la diga di Contra (alta 220m e lunga 380), che sbarra il corso del fiume Verzasca e crea il bacino artificiale del lago di Vogorno.
Questa è la quarta diga più alta della Svizzera, dopo quelle di Luzzone (TI), di Mauvoisin (VS) e della Grande Dixence (VS).
L’imponente struttura, costruita tra il 1960 e il 1965 dall’ingegnere Giovanni Lombardi, sorregge la pressione di 105 milioni (!!!) di metri cubici d’acqua ed è considerata una delle dighe più belle al mondo, grazie al suo design pulito e alle sue curve sinuose.
Lo sfioratore ha una capacità di 1300 metri cubi al secondo. Il lago alimenta la centrale idroelettrica Verzasca, permettendo così di sfruttare le risorse idriche di questa regione.

Da tale diga potrete immedesimarvi per qualche (interminabile) secondo nell’agente segreto più famoso del cinema!
Ebbene sì, perchè proprio qui, nel 1995, sono state girate le scene iniziali del film di James Bond “Goldeneye”, impersonato in quell’occasione da Pierce Brosnan.
Proprio queste sequenze sono state considerate la scena di “stunt” cinematografico più spettacolare di tutti i tempi.
Gli intrepidi che decideranno di provare questa scarica di adrenalina (a cui è richiesta la riservazione), una volta giunti sulla piattaforma predisposta per il salto, riceveranno un “aperitivo di benvenuto”, seguito da un addestramento da parte dello stunt-team e finalmente dal lancio nel vuoto e nel silenzio della natura circostante.
Il salto, ribattezzato da molti lo “007 Bunjee Jump”, dura all’incirca 7 secondi.

Immersioni

Il fiume Verzasca, che nasce dalle vette sopra Sonogno e che percorre la valle fino a creare il lago artificiale di Vogorno, è caratterizzato da acque limpide di color smeraldo e dall’ambiente incontaminato che lo circonda.
Proprio grazie a queste peculiarità, la Valle Verzasca è ogni anno meta di numerosi appassionati di immersioni subacquee, soprattutto nella stagione estiva, quando i punti con le acque più tranquille si trasformano in invitanti piscine all’aria aperta.
Lavertezzo è particolarmente indicata per le immersioni.
Per eventuali informazioni è possibile contattare il Gruppo Sub Verzasca (www.grupposubverzasca.ch) +41 (0)79 65 60 918.
Va purtroppo ricordato che la categoria dei sub è spesso vittima di tragici incidenti.
A tal proposito è sempre bene informarsi preventivamente sui punti d’accesso al fiume consigliati e sulla posizioni di altri punti chiave (colonnina di soccorso, studio medico, stazione di ricarica bombole,…).

ATTENZIONE!
Le acque gelide, le forti correnti, i mulinelli, i sassi scivolosi, i repentini innalzamenti delle acque a causa dei temporali (e purtroppo non solo…) sono pericoli che non vanno assolutamente sottovalutati, nemmeno dalle persone più esperte!
Al fine di evitare spiacevoli (e troppo spesso mortali) incidenti, ecco alcune basilari regole della Società svizzera di salvataggio da seguire:
Non lasciare bambini incustoditi vicini all’acqua
Non entrare in acqua sotto l’effetto di alcool e/o droghe e non nuotare a stomaco pieno o completamente vuoto
Non tuffarsi sudati in acqua (il corpo deve abituarsi gradualmente)
Non tuffarsi in acque torbide e sconosciute (le situazioni sconosciute possono nascondere pericoli)
Non nuotare per lunghe distanze da soli
Non utilizzare materassini e oggetti gonfiabili in acque profonde

Fondamentale è, inoltre, rispettare la segnaletica presente.

E’ importante ricordare che, a differenza di un fiume (dove la corrente risulta potente ma costante), in un torrente la conformazione del fondale irregolare e la possibile presenza di ostacoli (tronchi, massi, …) fanno sì che quando la corrente arriva sul fondo provochi pericolosi vortici.

Qui di seguito ecco una serie di:
PERICOLI OGGETTIVI:
Rapide, cascate, gole,…
Aumento del volume dell’acqua
Ostacoli sopra e sotto il livello dell’acqua
Acqua fredda
Acqua torbida
Schiuma
PERICOLI SOGGETTIVI
Sottovalutazione del luogo
Equipaggiamento non idoneo
Disorganizzazione
Mancanza d’allenamento
Scarsa conoscenza pratica/teorica
“Presunzione”

Trekking
Agli amanti delle camminate (più o meno impegnative) la Valle Verzasca offre solo l’imbarazzo della scelta. Innumerevoli sono infatti le possibilità per chi è intenzionato a fare 4 (o molti di più…) passi.
Il “Sentierone Valle Verzasca” è conosciuto il tutto il Ticino, e non solo. Diviso in diverse tappe si snoda attraverso l’intera Valle, da Tenero a Sonogno, ed è segnalato dall’accoppiamento di colori bianco-rosso.
Nella Valle sono inoltre presenti 3 tappe del sentiero “Trekking 700”, il quale mette in comunicazione Mesocco (Grigioni) con Formazza (Italia).

Canyoning
Mountain bike

Numerosi sono anche gli appassionati di mountain bike, che trovano nella conformazione e nel suggestivo panorama della Valle Verzasca un motivo in più per pedalare!
Un percorso particolarmente apprezzato è quello che va da Brione Verzasca a Sonogno, nella parte alta della Valle. Esso di contraddistingue per la relativa difficoltà (risulta piuttosto pianeggiante nonostante diversi saliscendi) che lo rende adatto a tutti.
Partendo da Brione (in località “Al Piéé”) e proseguendo fino a Sonogno, ci si imbatte in un paesaggio naturale e selvaggio, e in alcuni punti chiave della Valle Verzasca, tra cui il Museo Val Verzasca, la Casa della Lana e la Cascata Froda.

La Valle

lavertezzo_fiume3.jpg.2015-11-22-14-52-50

La Valle Verzasca è indubbiamente la valle più suggestiva a sud del S. Gottardo, un luogo idilliaco immerso nella natura, dal suo fiume color verde smeraldo che attraverso rocce levigate dal suo continuo ed elegante scorrere, trova la sua strada verso il Verbano.

Centro geometrico del Ticino, è un angolo montuoso e selvaggio, dai pendii scoscesi e dalle innumerevoli cascate. Le montagne che la circondano hanno un’altezza media di 2400 m. ed il fondovalle di 700m.  nel quale scorre il fiume Verzasca, le cui acque si accumulano nel lago di Vogorno prima gettarsi nel Lago Maggiore.

Grazie alla sua difficoltà di accesso naturale è riuscita a conservare la sua bellezza originale e l’architettura tradizionale nella forma dei rustici di pietra.

Clima

A causa della varietà di altitudine, le diverse aree della Val Verzasca hanno climi molto diversi. Tenero e Gordola, al riparo dei venti settentrionali grazie alle montagne vicine al lago, appartengono alla regione climatica Insubre. Qui crescono vigneti e vegetazione mediterranea, e sono rare sia la nebbia sia le piogge, solitamente di breve durata. Al crescere dell’altitudine, varia la vegetazione fino al giungere delle cime, dove subentra il clima alpino.

Doppio Ponte dei Salti

Si trova a Lavertezzo un ottimo luogo per rilassarsi su comodi letti di pietra e lasciarsi coccolare in idromassaggi naturali,  talvolta, con lo spettacolo di tuffatori amatoriali e non,  dove il Fiume Verzasca scorre sotto il doppio Ponte dei Salti. Per i più coraggiosi vi sono sfide più adrenaliniche, al Lago di Vogorno, dove dai 220 m della diga, anche James Bond si è gettato nel vuoto tenuto solo da una fune di gomma.

Capra Nera

Viene allevata l’antica razza di Capra Nera di Verzasca, una delle sette razze caprine nazionali svizzere; ha il pelo corto, liscio e leggermente grasso per una maggiore resistenza e agilità nella neve. Il maschio pesa oltre 70 kg ed è alto 80–90 cm al garrese; la femmina pesa circa 50 kg ed è alta 75–85 cm.

Turismo

Ogni anno, richiama 300’000 turisti. La Verzasca attrae tanto i canoisti quanto i sommozzatori, tuttavia la sua discesa è piuttosto difficile e, in alcuni tratti pericolosa a causa delle correnti impetuose.

Come Arrivare

In Auto:

La valle è raggiungibile in auto, dapprima procedendo in direzione Locarno, e poi seguendo le indicazioni per Tenero – Valle Verzasca.

Con i mezzi:

Si giunge comodamente anche con i mezzi pubblici, prima destinazione Tenero (per chi viaggia in Treno) (http://fahrplan.sbb.ch) e poi con l’autobus da li si può raggiungere tutte le destinazioni da Gordola, passando per Gerra, fino a Sonogno (www.ti.ch/trasporti).

Quando andare

Il periodo migliore per visitare la Val Verzasca è quello compreso tra i mesi di Aprile e Ottobre, in cui le acque del Fiume raggiungono il livello massimo, donando alla valle un aspetto incantato. In questo periodo le temperature sono miti e le giornate sono più lunghe, ottimo momento per approfittarne per passeggiare sui sentieri all’insegna della natura.

Parcheggi

Oltre ai normali parcheggi a tassametro è anche possibile acquistare la Verzasca Parkingcard: giornaliera (10.-), settimanale (30.-) per poter usufruire di 33 aree sparse lungo la valle, senza pensieri. La Card è acquistabile presso uffici turistici, campeggi, alberghi, infopoint, chioschi e Ristoranti, ed infine online su www.tenero-tourism.ch.

La Card conferisce anche un buono del valore di 3.- utilizzabile presso i ristoranti che aderiscono all’iniziativa.

Camper Area

Per gli amanti delle vacanze in camper vi sono due aree: una a Brione Verzasca ed una seconda a Sonogno (con carico-scarico delle acque e WiFi Gratuito)